Iscrizioni Articoli

Archivi per la categoria ‘Eventi’

Conferenza: MENO CALORIE PER DIMAGRIRE?

martedì, 26 febbraio 2019

Conferenza

 

MENO CALORIE PER DIMAGRIRE?

UN MITO AYURVEDICAMENTE INFONDATO!

Per dimagrire basta introdurre meno calorie di quelle che si consumano. Questo concetto è tanto semplice da comprendere quanto difficile da attuare ….

SABATO 9 MARZO 2019

Ore 15,45 – 18,30

Relatore dott. Guido Sartori, medico ayurvedico

Aperto a tutti i soci dell’Associazione Atah Ayurveda

(è possibile iscriversi al momento, tessera 2019, costo € 10,00)

 

Dove: Virya2 Ingrosso, via A. Saffi 10/2 H-M Bologna

 

E’ gradita la prenotazione tramite:

mail: atah@atahayurveda.it

WatsApp: 33 33 917 917

 

Ayurveda in dialogo – La Scienza della Vita spiegata a tutti

mercoledì, 5 dicembre 2018

ECCO! Il nuovo libro sull’Āyurveda del dott. Guido Sartori

AYURVEDA IN DIALOGO – La Scienza della Vita spiegata a tutti

Nuova IPSA Editore – Palermo

La caratteristica essenziale del libro è l’esposizione dei principi della Medicina Tradizionale Āyurveda sotto forma di dialogo. L’intento è di fare emergere qualità e potenzialità di una visione della medicina centrata sulla persona e rispettosa dei principi della natura. L’espediente del dialogo fra diversi personaggi che incarnano una storia e/o particolari caratteristiche facilita una migliore identificazione del lettore con un certo punto di vista dialettico.
Le domande sono l’occasione per esporre i principi basilari della Medicina Tradizionale Āyurveda quali: doṣa, dhātu, srotas, svasthya vṛtta, samānya/viśeṣa, cātuspada, sāṅkhya-nyāya-vaiśeṣika darśana, ojas, āgni, āma, indrīya, nāḍi parikṣa, samprapti, siddhantha, ecc., sono tutti illustrati nella loro funzione e relazione reciproca. Per alcuni di essi vengono date delle definizioni nuove ed inedite. Si tratta di elaborazioni teoretiche personali, basate sull’osservanza dei principi ayurvedici tratti dai testi classici dell’Āyurveda e verificate nell’esperienza clinica dell’autore.
L’esperienza, maturata in anni di studio e di pratica, illustra la necessità, il perché e il valore di tali principi per il procedere diagnostico e terapeutico della Medicina Tradizionale Āyurveda e anche per il pensiero medico in senso lato.
Per la prima volta e in forma divulgativa, sono delucidati il modo di pensare e di procedere ayurvedico a confronto con quello in uso nella medicina biologico-scientifica. I numerosi esempi di situazioni cliniche lette in doppia modalità biologico-scientifica e ayurvedica chiariscono le congruenze e le differenze così come le complementarità fra i due approcci con un sincero e caldo invito ad un dialogo e ad una collaborazione non dogmatica né ideologica fra approcci metodologici a vantaggio della conoscenza e soprattutto dei pazienti. Tutti i lettori potranno trovare stimoli al proprio pensiero sulla salute e la malattia grazie al modo unico, accattivante e chiaro con cui si presenta una materia considerata complicata e difficile.

Un testo veramente unico, fruibile da neofiti o specialisti.

indice (PDF)
Breve Estratto (PDF)

ISBN: 9788876767135

Volersi bene cosa significa?

martedì, 6 marzo 2018

Cari Soci, vi comunico che terrò una conferenza sull’Essenza dell’Ayurveda

dove? Presso lo Studio Policrea a Reggio Emilia

quando? Domenica 11 Marzo, nel pomeriggio dalle 16,00 alle 18,00

di cosa parlerò? Di cosa significhi volersi bene!

indirizzo? in via N. Sauro, 6/2 42021; Barco di Bibbiano (RE)

a chi fare riferimento? a Roberto Caiti

vuoi confermare la tua presenza? Tel. +39 338 4484067

https://teamup.com/event/show/id/itMqFG6uvmkBqaqSs1oKLrPXNDcnYt

Venite e/o fatelo sapere. Saluti

lunedì, 13 marzo 2017

Cari Soci,
facendo seguito al Simposio Nazionale che si è tenuto il 29 Settembre scorso in Senato,  l’Ass. AMCP-ONLUS ha lanciato la petizione in oggetto a cui ATAH Ayurveda aderisce essendo in sintonia con gli scopi sociali fissati nello statuto.

Vi chiediamo di firmarla e diffonderla agli amici anche utilizzando i social-network. https://www.facebook.com/AssociazioneMedicinaCentrataSullaPersonaONLUS/?ref=bookmarks e di farvi promotori del massimo numero di firmatari.

PETIZIONE: GARANTIRE LA LIBERTÀ DI CURA PER TUTTI:

                        NO AL “PENSIERO UNICO” IN MEDICINA!

https://www.change.org/p/ministro-della-salute-garantire-la-libertà-di-cura-per-tutti-no-al-pensiero-unico-in-medicina

8 Marzo ayurvedico

mercoledì, 8 marzo 2017

La Festa dell’8 di Marzo è dedicata alle Donne.

Come sappiamo in Ayurveda si ragiona sempre per coppie complementari di qualità opposte, sono chiamate Guna. Queste qualità sono anche energie animate da un dinamismo e le porta a manifestarsi a scapito dell’altra. Non si muovono autonomamente, ma sono stimolate da qualità esterne, ad esempio, io non sono nè caldo nè freddo, ma il clima freddo stimola e accresce la qualità del freddo nel corpo, nella mente e nello spirito a scapito del caldo. Shita e Ushna sono in apparente lotta fra di loro, ma non esisterebbero in modo indipendente. Non si può preferire l’una o l’altra di queste qualità, la vita è costituita da Shita, rinfrescante e tonificante e da Ushna, riscaldante e disperdente. Il loro compito è conoscersi confrontandosi in quanto diversità e complementarietà, cioè due polarità attive di una continuità esistente e data nella sua totalità.

La criticità sta forse nella mancanza di qualcuno che insegni ai due poli come il diverso e complementare si possano conoscere. L’ignoranza o Avidya di ciò che è Altro è l’unica fonte di incomprensione e di discordia. La comprensione o Vidya di ciò che è Altro all’interno di una delle polarità e di come sia indispensabile perchè la polarità stessa sia tale è l’unico modo per volgersi consapevolmente verso l’equilibrio e la comunione. Solo così sarà possibile una unione mistica interiore feconda anche nella realtà concreta della diversità di genere fra femminile e maschile.

Posso augurare a tutte e a tutti di trovare un insegnamento su come scorrere lungo il gradiente continuo fra gli estremi e di cogliere il fuggevole punto di equilibrio.

In India lo chiamnao Yoni-Lingam e lo adorano in quanto divinità trasparente come cristallo.