Iscrizioni Articoli

8 Marzo ayurvedico

La Festa dell’8 di Marzo è dedicata alle Donne.

Come sappiamo in Ayurveda si ragiona sempre per coppie complementari di qualità opposte, sono chiamate Guna. Queste qualità sono anche energie animate da un dinamismo e le porta a manifestarsi a scapito dell’altra. Non si muovono autonomamente, ma sono stimolate da qualità esterne, ad esempio, io non sono nè caldo nè freddo, ma il clima freddo stimola e accresce la qualità del freddo nel corpo, nella mente e nello spirito a scapito del caldo. Shita e Ushna sono in apparente lotta fra di loro, ma non esisterebbero in modo indipendente. Non si può preferire l’una o l’altra di queste qualità, la vita è costituita da Shita, rinfrescante e tonificante e da Ushna, riscaldante e disperdente. Il loro compito è conoscersi confrontandosi in quanto diversità e complementarietà, cioè due polarità attive di una continuità esistente e data nella sua totalità.

La criticità sta forse nella mancanza di qualcuno che insegni ai due poli come il diverso e complementare si possano conoscere. L’ignoranza o Avidya di ciò che è Altro è l’unica fonte di incomprensione e di discordia. La comprensione o Vidya di ciò che è Altro all’interno di una delle polarità e di come sia indispensabile perchè la polarità stessa sia tale è l’unico modo per volgersi consapevolmente verso l’equilibrio e la comunione. Solo così sarà possibile una unione mistica interiore feconda anche nella realtà concreta della diversità di genere fra femminile e maschile.

Posso augurare a tutte e a tutti di trovare un insegnamento su come scorrere lungo il gradiente continuo fra gli estremi e di cogliere il fuggevole punto di equilibrio.

In India lo chiamnao Yoni-Lingam e lo adorano in quanto divinità trasparente come cristallo.

Articolo di

Dott. Guido Sartori, medico, laurea con lode presso Università di Bologna, tesi sperimentale sull'Ayurveda; pratica a Bologna la Medicina Tradizionale Ayurveda; come presidente Associazione Pazienti Ayurvedici ATAH Ayurveda ha sottoscritto il Documento di Consenso per le M.N.C.; membro della Commissione Medicine Non Convenzionali dell'Ordine dei Medici di Bologna, docente Master Universitari in M.N.C., già docente alla scuola Ayurvedic Point; socio fondatore Ass. ASIA, insegnante di Yoga e 2° dan Ki-Aikido Yushinkai; consulente farmacologo e formulatore di preparati ayurvedici innovativi con piante italiane; socio fondatore Ass. Medicina Centrata sulla Persona ONLUS; ha studiato con Vaidya Bhagwan Dash, Asthavaidya Narayanan Nambi, Madhu Bhajra Bajracharya

2 Commenti a “8 Marzo ayurvedico”

  1. Maddalena ha detto:

    Il tema dell’articolo e’ stimolante ed e’ un buon preludio nell’ambito della discussione che si terra’ mercoledi’ 15 presso l’associazione Atah ayurveda. Ogni relazione e’ basata infatti sull’incontro tra diversita’ e richiede capacita’ di ascolto e comprensione dell’altro, per arrivare ad un confronto sereno che superi le conflittualita’ spesso presenti nel rapporto quotidiano con gli altri.

  2. Guido Sartori ha detto:

    Grazie Maddalena, avremo modo di approfondire Mercoledì i vari asetti della “realzione”. A presto. Guido

Lascia un Commento